Federico Pistono

Search
Close this search box.
  • English

🗣️ Risolvere i conflitti e migliorare come persona

Qual è il segreto per diventare una persona migliore?

Quando hai un amico che ha un atteggiamento che non ti piace o fa qualcosa di sbagliato, la reazione tipica è quella di dire: “Vabbè, non dico niente, non voglio essere polemico, non voglio metterlo a disagio, quindi non dico niente. Lasciamo che passi, lo capirà da solo”.

Purtroppo, non funziona così. Se lo fa, è probabile che non lo riesce a vedere da solo.

È un suo blind spot.

Cos’è un blind spot? È una tua zona d’ombra, qualcosa che non riesci a vedere.

In questo video spiego come puoi superare questo blind spot, e come diventare una persona migliore.

Trascrizione video

Per diventare una persona migliore e crescere, il segreto è feedback veloce e costante.

Per esempio, quando hai un amico che ha un atteggiamento che non ti piace o fa qualcosa di sbagliato la reazione tipica è quella di dire: “Vabbè, non dico niente, non voglio rompere, non voglio essere polemico, non voglio metterlo a disagio, non dico niente. Lasciamo che passi; capirà da solo.”

È un blind spot. È una tua zona d’ombra, qualcosa che non non conosci, non vedi e non ti rendi conto se vuoi migliorare.

L’unico modo è sapere che cosa stai sbagliando.

Quindi se hai un amico che fa qualcosa che non va, digli subito che cosa secondo te non va e perché.

Redarguire in privato e lodare in pubblico: diffida di chi fa l’opposto!

Diglielo subito anche in maniera leggera e scherzosa così lo capisce. E se non lo capisce lo prendi da parte e glielo spieghi in privato.

Diglielo in modo amorevole, non dirglielo con cattiveria. Non farlo con imbarazzo e nemmeno con malizia. Fallo in modo amorevole. Diretto, semplice e leggero.

Questo è il modo per migliorare.

La stessa cosa funziona per le startup.

Cosa sono i blind spot?

Sono le cose che non funzionano, ma tu non lo sai e non ti chiedi perché. Gli utenti non te lo dicono oppure i tuoi dipendenti non te lo dicono? C’è qualcosa che non va.

Cosa succede? È un problema che si accumula e diventa sempre più grande generando un altro problema. E così via.

E prima di accorgertene, hai un problema sistematico in tutta l’organizzazione. E rischia di crollare tutto.

La cosa da fare è parlarne subito. Se non lo fai si accumulano i problemi e poi diventano irrisolvibili.

Ed è questo il motivo per cui così tanti matrimoni falliscono. Così tante amicizie vengono infrante e così tante aziende falliscono.

Perché non c’è feedback!

Da una parte rischi di offendere; dall’altra invece hai la certezza che vai a rovinare il rapporto. La certezza non è un rischio.

Se vuoi avere un rapporto con questa persona, parlane. Se non ti interessa, no.

Perché offendere una persona con cui non vuoi avere un rapporto con cui non vuoi avere un’amicizia o con cui non vuoi lavorare?

Ma se tu vuoi essere amico con questa persona? O ci vuoi lavorare assieme? Ma non ne parli; hai la certezza che prima o poi quel rapporto finirà.

Questa simmetria, rischio e certezza, è una semplice scelta e molto spesso ci si nasconde dietro un dito dicendosi: “Non voglio dirglielo perché non voglio rischiare di offenderlo.”

Ma se sei veramente onesto con te stesso ti rendi conto che non è vero che non vuoi rischiare di offenderlo, è che tu non vuoi sentirti a disagio nel parlare di quella cosa.

Prova a metterti nei suoi panni: hai un blind spot, quindi non riesci a vedere qualcosa di sbagliato che fai costantemente e ogni volta fai una brutta figura e nessuno te lo fa presente. È terribile.

Non ti piacerebbe che qualcuno ti aiutasse?

Se hai un minimo di compassione, parlane. È una tua responsabilità come essere umano e come e amico.

Chiaramente devi usare il tuo buon senso; non ti metti a dire una cosa molto personale al primo sconosciuto. con cui stai parlando da 5 minuti. Però se sei in confidenza con qualcuno, qualunque osservazione rispetto ad un comportamento personale, tantissime persone lo vedono come un attacco e una critica.

Questo è un bellissimo test per l’amicizia ed è anche un bellissimo test per sapere se puoi diventare veramente un collega, un collaboratore, un partner in business con qualcuno, un partner di vita o un grande amico.

Se si riesce a parlare delle cose che non vanno bene in maniera leggera, semplice, diretta e con amore; sai che con questa persona puoi diventare un amico, un partner e ci potrai fare un business insieme. Se non si può fare il rapporto rimarrà superficiale.

È anche una grande euristica per fare selezione delle persone di cui ti vuoi circondare.

Feedback diretto, costante, amorevole e semplice.

La vita è già abbastanza complicata, possiamo renderla molto più semplice con un semplicissimo gesto.

Federico Pistono è autore di tre libri, tra cui il successo internazionale “I robot ti ruberanno il lavoro, ma va bene così” e “Startup Zero.0”. Le sue conferenze,  interviste e i suoi video sono stati visti da più di 10 milioni di persone in tutto il mondo.

Clicca qui per scoprire di più →

Grazie per essere qui. Se ti interessa ciò che scrivo, inserisci il tuo indirizzo e-mail qui sotto per iscriverti alla mia newsletter privata.

2 risposte

  1. GENEROSO da parte tua
    spiegare nel dettaglio I pensieri e le emozioni che sono all’origine del tuo
    Coltivare Talenti.

    CHE BELLO leggere che ci sono perdone che prima scendobo dentro di se’ a cercare il proprio.bambino e poi
    vanno I.contro al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *